Smart City e IoT: a quanto ammontano gli investimenti

Una città può diventare più “intelligente” con progetti di Smart City e IoT che usano il “web delle cose” (Internet of Things) per migliorare la vivibilità e sicurezza degli spazi urbani. Le iniziative di Smart City e IoT, infatti, sfruttano le tecnologie digitali, come quelle progettate da Alosys, per implementare nuovi servizi a valore aggiunto: illuminazione stradale adattiva, videosorveglianza, controllo del traffico in tempo reale per ottimizzare il percorso dei mezzi pubblici e così via.

 

Smart City e IoT con la luce digitale

Il web delle cose, in sostanza, permette di far parlare la stessa lingua a diversi oggetti del mondo fisico, tramite apparecchi e dispositivi smart che trasmettono dati e informazioni sul funzionamento delle “cose” connesse.

Nei progetti di Smart City e IoT per l’illuminazione stradale, i lampioni led sono connessi in una rete elettrica digitalizzata (smart grid). Cosa possono fare questi lampioni intelligenti? Ad esempio, tramite sensori installati sui singoli punti luce, sono in grado di adattare il flusso luminoso secondo certi parametri rilevati in tempo reale (illuminazione adattiva), come l’intensità del traffico e la presenza di persone.

C’è di più: Smart City e IoT significa che i lampioni possono sviluppare valore perché le tecnologie proposte da Alosys consentono di abilitare i lampioni all’installazione di diversi dispositivi come videocamere, sistemi per il monitoraggio del traffico stradale e dell’accesso ai parcheggi, sensori per l’acquisizione di dati ambientali sull’inquinamento atmosferico.

Ecco perché si parla di servizi a valore aggiunto che si possono implementare sulla medesima infrastruttura “di base”, cioè la rete per l’illuminazione pubblica trasformata in una rete intelligente con luci led e sensori IoT.

 

La soluzione di Alosys per l’illuminazione intelligente

Quanto bisogna investire per sviluppare progetti di Smart City e IoT?

Vediamo un esempio con le tecnologie offerte da Alosys in tema di Smart City e IoT: la soluzione “Intelligent Switching” è stata progettata per diffondere in modo semplice e veloce nuovi servizi a valore aggiunto in città, sfruttando gli impianti esistenti dell’illuminazione pubblica.

La soluzione comprende diversi moduli progettati e assemblati da Alosys: Alosys Switch, Smart Box con alimentatore AC/DC e contatore di energia, più un modulo radio e un centro remoto di gestione, in modo da contabilizzare l’energia elettrica consumata dai singoli apparecchi-servizi aggiuntivi e trasmettere i relativi dati al centro remoto di controllo.

È bene evidenziare che questo “pacchetto” di tecnologie si può installare, facilmente e rapidamente, senza dover modificare la struttura dell’impianto e della rete in esercizio; anche il livello di manutenzione è molto basso e si può gestire da remoto.

Ecco un’idea dei costi, considerando di predisporre cento punti luce all’implementazione di nuovi servizi a valore aggiunto. Il costo complessivo per installare la quantità prevista di moduli Alosys Switch (33 in questo caso: è sufficiente acquistare un numero di Alosys Switch pari a un terzo del numero complessivo dei lampioni) è pari a 3.570 euro manodopera inclusa, per un lavoro che si completa in soli due giorni.

 

Come abilitare nuovi servizi in un progetto di Smart city e IoT

La soluzione Intelligent Switching è stata sviluppata da Alosys per mettere in relazione tre aspetti fondamentali in un progetto di Smart city e IoT: tecnologia, energia, comunicazione.

Il cuore del sistema è il modulo Alosys Switch che consente di portare un’alimentazione continua “h24” di energia alla base di ogni singolo lampione (nel pozzetto adiacente al palo o nell’asola dello stesso), in modo da trasformare il punto luce in punto di alimentazione su cui possono essere installati dispositivi per servizi a valore aggiunto (VAS: value-added service), tra cui:

  • Sensori ambientali per la qualità dell’aria;
  • Sensori di rilevamento persone/oggetti;
  • Antenne di comunicazione 5G;
  • Telecamere di videosorveglianza;
  • Colonnine di ricarica per veicoli elettrici;
  • Segnaletica stradale luminosa;
  • Dispositivi IoT per comunicazioni wireless.

Un punto decisivo del “pacchetto” Intelligent Switching è la possibilità, attraverso il modulo radio, di trasmettere e gestire i dati che riguardano il funzionamento dei dispositivi VAS. In particolare, il modulo consente di contabilizzare separatamente l’energia consumata dai singoli servizi, attraverso un contatore certificato, per una corretta e puntuale fatturazione dei medesimi servizi.

Una volta attribuiti i consumi possono essere facilmente contabilizzate le spese.

WP - Smart City

Post correlati

Lampioni smart: niente scavi con Alosys Switch

Parlare di lampioni smart significa trasformare un semplice punto luce in un hub di servizi intelligenti gestibili da remoto. Le appl...
Alosys 29 luglio 2020

Come rendere i lampioni intelligenti: basta un interruttore

Per prima cosa, definiamo l’espressione “lampioni intelligenti”. Da un lato vi è un chiaro collegamento con il concetto di smart ligh...
Alosys 22 luglio 2020

Come abbattere i costi dell'illuminazione pubblica

Parlando di costi dell’illuminazione pubblica si può partire da un parametro molto importante, ovvero quello della spesa complessiva:...
Alosys 15 luglio 2020