Mobilità intelligente: come abilitarla con i lampioni

Parlare di mobilità intelligente significa soprattutto parlare di un sistema di mobilità data-driven. L’intelligenza, la smartness, può derivare dalla capacità stessa del sistema di elaborare un’enorme quantità di dati. La nuvola dei dati raccolti da una rete di sensori diffusi su tutte le arterie di trasporto, ad esempio, ci può consegnare una fotografia in tempo reale dei flussi di traffico e aiutare l’amministratore pubblico a capire come intervenire per evitare ingorghi o per indirizzare i cittadini verso soluzioni di trasporto più sostenibili, siano esse quelle offerte dal trasporto pubblico locale, dalle differenti opzioni di veicoli in condivisione o un mix ragionato di entrambe. In questo scenario in transizione verso un sistema di mobilità più smart e sostenibile, un ruolo cruciale lo possono giocare i lampioni della luce, dal momento che l’illuminazione stradale costituisce l’infrastruttura pubblica più diffusa e capillare.

 

Mobilità intelligente: più condivisione, più elettrico

Progettare un sistema di mobilità intelligente vuol dire affidarsi a un ventaglio di soluzioni complementari: un servizio di trasporto locale diffuso ed efficiente, una rete di parcheggi di interscambio per lasciare il mezzo privato, molteplici servizi di sharing. Il tutto accomunato da una forte spinta all’elettrificazione. Tutti questi servizi servono, infatti, a promuovere un ridimensionamento del ruolo dell’auto privata: per recuperare spazi e vivibilità alle nostre città non c’è alternativa, bisogna diminuire il numero di auto private in circolazione. Ma per migliorare la qualità dell’aria, già sarebbe un bene se aumentasse significativamente il numero di auto elettriche e il miglior modo per farlo è quello di potenziare la rete di ricarica. Quanto sarebbe più comodo per un possessore di auto elettrica ricaricare la propria vettura semplicemente collegandosi al palo della luce sotto casa?

 

Mobilità intelligente: lampioni per monitorare il traffico e trovare parcheggio

La ricarica elettrica è solo uno dei servizi a valore aggiunto dei lampioni smart. Per ciò che concerne la mobilità intelligente, un altro servizio essenziale che il lampione può fornire riguarda il monitoraggio del traffico. Esistono già sensori che possono raccogliere informazioni sul traffico, livelli di inquinamento e livello di illuminazione, e sono in fase di sviluppo piattaforme più ambiziose, capaci di elaborare informazioni statistiche dagli incroci, necessarie a programmare interventi per migliorare la sicurezza e diminuire l’inquinamento. Anche la ricerca del parcheggio può migliorare con i lampioni intelligenti, che possono essere dotati di videocamere in grado di capire se l’area illuminata è occupata o meno da un veicolo. Il guidatore nelle vicinanze potrà, così, essere indirizzato al parcheggio libero tramite un app. La stessa videocamera, in corrispondenza della fermata di un bus, può registrare e comunicare una situazione di affollamento, raccogliendo così dati necessari a migliorare l’offerta del trasporto pubblico locale.

 

I servizi per la mobilità intelligente abilitati da Alosys Switch

La rete dell’illuminazione stradale può risultare determinante per attivare quei servizi di raccolta ed elaborazione dati necessari alla progettazione di un sistema di mobilità intelligente a 360 gradi. Bisogna, però, sostituire o adeguare i lampioni. Lampioni nati per un’unica funzione, illuminare nelle ore notturne, devono trasformarsi per fornire servizi h24. Un ostacolo da superare è quello di alimentare sensori e videocamere per tutto il giorno. Escludendo la soluzione più costosa e lunga, quella della sostituzione di tutti i punti luce, rimangono come alternative le batterie tampone alla base, i pannelli solari o un nuovo allaccio dal cabinet stradale al palo, con relativo scavo. Lo smart switch brevettato da Alosys evita tutto ciò.

Alosys Switch è un commutatore che consente di portare la corrente ai device in maniera semplice e con brevissimi tempi di installazione. Di piccole dimensioni, si può posizionare alla base o nell’asola del palo, non servono scavi, è di facile manutenzione, un solo dispositivo consente di fornire l’alimentazione fino a tre pali della luce e si può interfacciare con qualsiasi sistema di contabilizzazione dei consumi. Fa parte di un sistema di Intelligent Switching che consente di implementare in tempi incomparabilmente più rapidi rispetto alle modalità di intervento tradizionali tutti quei servizi che delineano lo scenario delle Smart City. A partire dalle soluzioni per la mobilità intelligente.

 

WP - Smart City

Post correlati

Mobilità intelligente: come abilitarla con i lampioni

Parlare di mobilità intelligente significa soprattutto parlare di un sistema di mobilità data-driven. L’intelligenza, la smartness, p...
Alosys 9 settembre 2020

4 vantaggi dell'illuminazione intelligente nella Smart City

Esistono almeno due interpretazioni dell’espressione illuminazione intelligente, o smart lighting che dir si voglia, entrambe perfett...
Alosys 2 settembre 2020

Abilitare i lampioni intelligenti senza sostituirli

31,2 milioni di lampioni intelligenti nel 2023. È questa la proiezione di Berg Insight, società svedese specializzata in analisi in a...
Alosys 26 agosto 2020